Il 1mo aprile 2007 Francesco chiede:

 

In questi giorni vedo agricoltori dlela mia zona imbiancare con calce
sciolta in acqua il fusto delle piante da frutto; secondo voi, serve a
qualcosa? Grazie
Un saluto Francesco

 

io lo stò facendo proprio in questi giorni.. .. io lo faccio per
hobby, però la calce ha una sua funzione, infatti serve a disinfettare
le piante, in pratica con la calce sul fusto le formiche non salgono
sugli alberi (tenendo conto che le formiche portano le pulci che sono
dannose per i frutti). adesso a dire il vero non si usa più la calce,
almeno i grandi possessori di piantagioni usano il verde rame che è
protegge in modo migliore le piante, però a mio parere la calce è meglio
perchè è più naturale, mentre il verde rame penso (ma non lo di per
certo) non sia molto salutare..come i pesticidi insomma.. tutte cose che
da una parte servono ad avere frutti belli, grandi ecc.. però alla fin
fine la gente preferisce (almeno chi ha la possibilità), coltivarsi
qualcosina nell'orto per avere cibi bruttini da vedere ma almeno fatti
naturalmente.

Marcò

 

> fine la gente preferisce (almeno chi ha la
> possibilità), coltivarsi qualcosina nell'orto
> per avere cibi bruttini da vedere ma almeno
> fatti naturalmente.

questo è tutto da dimostrare!
c'è gente che dà di tutto e di più alla verdura
del proprio orto e ai fruttiferi del proprio
giardino, per non parlare delle modalità e delle
dosi spesso sbagliate ed esagerate...
Per lo meno questo è quello che noto io

Marco c

 

può essere.. però che sappia io dalle mie parti la gente cerca di
buttare il meno possibile..almeno le persone che conosco.. in fin dei
conti perchè chi ha piantagioni di frutti è dannatamente fissato ad
avere ad es mele grosse senza una piccola imperfezione alla buccia?
solamente per vendere.. mentre una persona che x sai cosa gli'è ne
frega di avere qualche mela un bucherellata.. almeno questo è il mio
ragionamento.. potrei anche sbagliare però io la penso così..

Marcò

 

>fine la gente preferisce (almeno chi ha la possibilità), coltivarsi
 >qualcosina nell'orto per avere cibi bruttini da vedere ma almeno fatti
 >naturalmente.

allora lo scopo principale della calce dovrebbe essere di proteggere
la corteccia, specialmente delle piante giovani, dalle scottature
l'effetto insetticida e anticrittogamico e' probabilmente molto limitato
il solfato di rame e' ammesso in agricoltura biologica anche se vengono
posti limiti relativamente alla quantita' di rame per ettaro
il rame, pur essendo un oligoelemento essenziale per la nutrizione umana
(si e' recentemente scoperto che in dosi leggermente superiori a quella
precedentemente ritenuta la dosa giornaliera raccomandata ha un effetto
protettivo per l'apparato cardiocircolatorio) puo' essere tossico ad alte
concentrazioni
il solfato di ferro pare sia indicato soprattutto per i licheni e non
ha nessuna controindicazione particolare che io sappia
il polisolfuro di calcio invece ha effetto anticrittogamico e insetticida
ma e' abbastanza difficile da trovare e puo' risultare fitotossico se
non dato nell'epoca giusta
in agricoltura biodinamica, invece, mi pare si usi una miscela di argilla,
letame e propoli... non ricordo con precisione...

 

>avere ad es mele grosse senza una piccola imperfezione alla buccia?
 >solamente per vendere.. mentre una persona che x sai cosa gli'è ne
 >frega di avere qualche mela un bucherellata.. almeno questo è il mio
 >ragionamento.. potrei anche sbagliare però io la penso così..

se c'e' la carpocapsa non e' che hai qualche mela bucherellata...
spesso le mele vengono distrutte dalle prime generazioni dell'insetto e
quindi l'alternativa e' tra avere o non avere mele
bye Alessandro

 

> se c'e' la carpocapsa non e' che hai qualche mela bucherellata...

non cosa sia la carpocapsa.. sento solamente ora questo nome..

> spesso le mele vengono distrutte dalle prime generazioni dell'insetto e
> quindi l'alternativa e' tra avere o non avere mele


  non intendevo proprio bucherellata, è che non ho saputo esprimermi
meglio.. mele con le bucce rovinate, cioè con tanti puntini o con parti
di altri colori.. non se hai capito dove volevo arrivare.. con quei
prodotti i grandi proprietari hanno bucce sanissime e sono ben pompate.

 

> allora lo scopo principale della calce dovrebbe essere di proteggere
> la corteccia, specialmente delle piante giovani, dalle scottature
> l'effetto insetticida e anticrittogamico e' probabilmente molto limitato

si, però aiuta. comunque è per quello che ormai si è passati al verde rame.

> il solfato di rame e' ammesso in agricoltura biologica anche se vengono
> posti limiti relativamente alla quantita' di rame per ettaro
...CUT

ma in poche parole tu che mi sembri ben più informato di me cosa ne
pensi? meglio usare la calce o il verde rame? intendo per il piccolo che
si può avere in una casa. da quel che hai scritto bisogna stare attenti
alle dosi.. la cosa non mi piace troppo..significa che può divenire
abbastanza tossico..

Marcò

 

>  non intendevo proprio bucherellata, è che non ho saputo esprimermi
 >meglio.. mele con le bucce rovinate, cioè con tanti puntini o con parti
 >di altri colori.. non se hai capito dove volevo arrivare.. con quei
 >prodotti i grandi proprietari hanno bucce sanissime e sono ben pompate.

in questo caso ... sei fortunato... i puntini potrebbero essere anche
cocciniglia ma in alcuni casi l'infestazione viene mantenuta a livelli
accettabili dagli antagonisti

 

>si può avere in una casa. da quel che hai scritto bisogna stare attenti
 >alle dosi.. la cosa non mi piace troppo..significa che può divenire
 >abbastanza tossico..

ho fatto una digressione sul rame come microelemento essenziale
per l'alimentazione umana, ma forse era fuori luogo...
se gli alberi hanno problemi di licheni usa il solfato di ferro (dopo
aver spazzolato i tronchi e i grossi rami con una spazzola dalle setole
di acciaio) se gli alberi non hanno alcun problema non fare niente o
usa la calce... probabilmente basta gia' la calce per devitalizzare
molte uova di insetti... usa il rame (poltiglia bordolese) solo se il
tronco della pianta e' nero per la fumaggine...
bye Alessandro

 

> di acciaio) se gli alberi non hanno alcun problema non fare niente o
> usa la calce... probabilmente basta gia' la calce per devitalizzare
> molte uova di insetti... usa il rame (poltiglia bordolese) solo se il
> tronco della pianta e' nero per la fumaggine...
>

ho un albero che non cos'abbia, il tronco è nero come se fosse
bruciato con fuoco. come mai?? ho dato su la calce ma mi che non
gioverà granchè.. nel ultima frase mi sembra intendessi proprio questo
caso.. ma cos'è questa "malattia"??da cosa è causata?

Marcò

 

e la cosiddetta fumaggine... di solito e' dovuta a parassiti che si nutrono
della linfa della pianta e a funghi microscopici che si nutrono delle
deiezioni dei parassiti... controlla che non ci sia la cocciniglia...
piu' della calce in questo caso sarebbe utile la poltiglia bordolese
cercando di trattare con oli minerali se c'e' anche un'infestazione
rilevante di cocciniglia
bye Alessandro

 

> molte uova di insetti... usa il rame (poltiglia bordolese) solo se il
> tronco della pianta e' nero per la fumaggine...

I licheni non sono dannosi alle piante da frutto e non, poichè si nutrono di
sostanza organica morta, quindi non possono essere considerati parassiti
delle piante. Penso quindi che trattamenti contro i licheni oppure ore perse
a spazzolare il tronco siano evitabili..
Ciao C.