Il 15 giugno 2006 vito chiede:

 

Salve, e' possibile creare un melo partendo dai semini che si trovano
nella mela? Ed e' possibile far spuntare l'alberello in vaso? Se si'
come posso fare? Che accorgimenti servono?

Vito

 

la maggior parte dei semi delle piante arboree che crescono in italia
hanno bisogno di passare un certo periodo al freddo per germogliare
il metodo piu' semplice e' di prendere i semi delle mele in autunno
(ottobre-novemembre) e seminarli in vaso all'aperto...
le piantine dovrebbero spuntare in primavera-inizio estate
pero' i meli nati da seme sono di solito piante molto vigorose che fanno
piccoli frutti
se vuoi allevare un melo in vaso ti consiglio di comprare una pianta
nana gia' innestata
se vuoi solo divertirti a vedere crescere un albero da un seme forse
e' meglio che conservi dei semi di pesca e li semini in autunno...
il pesco nato sa seme di solito non e' molto vigoroso e spesso
produce ottimi frutti anche senza innesto
bye
Alessandro

 

Capito^^, no, non è per divertimento...vorrei creare un'alberello da
regalare a mia cugina(che ha il giardino grrrr io sto ancora coi vasetti
:'( ) Credo che pianterò sia l'uno che l'altro, e se magari trovo un
melo in vaso lo compro pure^^ L'inverno palermitano non è poi molto
freddo..credo...uhm...6-8 gradi? Mi conviene usare il frigorifero?Devo
usare il frigo anche con la pesca? Il seme è il nocciolo no?

Vito

 

se lo cerchi lo trovi di sicuro, anche facilemte.
spesa sotto ai 10 euro, in piu' le regali una pianta gia' un po' grande
che a breve le dara' sicuramente frutto (quelle che faresti crescere tu
sono a rischio totale, sono un'incognita)

desktop

 

Sì, le pomacee sono molto facili da far germinare, l'hanno scorso ho
provato con 4-5 varietà diverse e sono nate tutte (meli Golden Smith
ed un'altra che non ricordo, pere William Rossa e Kaiser, 2 verietà di
melo cotogno). Peraltro sul litorale tosco-laziale (Tarquinia), in
piena maremma, dove d'inverno si scende a volte un po' sotto lo zero ma
non di troppo.
Resta in problema che avrai piante giovanili, quindi molto vigorose e
lontane dall'entrata in produzione (quelle in commercio sono cloni di
piante già vecchie ormai entrate in senescenza, con un altro
equilibrio tra produzione di vegetazione e di frutti), ed in più
frutto di una riproduzione sessuata, andando in contro a meiosi e
ricombinazioni genetiche hanno ormai un patrimonio genetico per lo più
incognito, in altre parole fino all'ultimo momento non saprai mai cosa
aspettarti, potrai avere una pianta praticamente identica alla madre
(neanche troppo difficile), un melo selvatico spinoso con frutticini
aspri (probabile) o addirittura una varietà nuova con caratterisitche
valide da proporre come alternativa alle cultivar esistenti (sogna pure).
Il consiglio: se vuoi una pianta da frutto che produca sicuramente
frutti buoni ed in poco tempo, con una aspettativa di vita di 20-30
anni in media, comprala; con 5-6 euri ti porti a casa un bell'astone di
un anno a radice nuda (preferiscile a quelle in vaso, si affrancano
prima e soffrono meno) su cui ti puoi sbizzarrire con tutte le forme di
potatura che vuoi.
Se invece vuoi un albero monumentale con molti decenni di vita davanti
a destinato a fare la sua porca figura al centro di un prato, la
pianta da seme è la cosa migliore che ti puoi inventare.
Andrea scripsit.

 

>addirittura una varietà nuova con caratterisitche
> valide da proporre come alternativa alle cultivar esistenti (sogna
> pure).

:-)

> Il consiglio: se vuoi una pianta da frutto che produca sicuramente
> frutti buoni ed in poco tempo, con una aspettativa di vita di 20-30
> anni in media, comprala; con 5-6 euri ti porti a casa un bell'astone di
> un anno a radice nuda (preferiscile a quelle in vaso, si affrancano
> prima e soffrono meno) su cui ti puoi sbizzarrire con tutte le forme di
> potatura che vuoi.
> Se invece vuoi un albero monumentale con molti decenni di vita davanti
> a destinato a fare la sua porca figura al centro di un prato, la
> pianta da seme è la cosa migliore che ti puoi inventare.

complimenti, bel post

Desktop

 

Bhè allora se trovo un bel melo in vaso da mettere anche in balcone, e
poi regalare mentre "frutteggia" alla cugina che mette in giardino lo
compro, e comunque, come diciamo in sicilia, pi' sì e pi' no (per si e
per no, per sicurezza)un semino lo pianto, sia perché non ho mai visto
un melo...in realtà giro poco..non ho visto molto...( :'( ) sia perché
magari sono fortunato e mi esce un bel alberello...sia perché voglio
vincere una scommessa con un amico...mi ha detto che non sarei mai
riusciuto a far crescere niente(fatto sta che il mio basilico cresce
bene, e l'anno scorso i faglioli mi hanno fatto un bacello prima di
essere distrutti a dicembre dal freddo...
Sentite un'altra cosa...ora che ci penso...Palermo ha un po' di casini
stagionali...Insomma novembre bene o male lo passiamo a maniche corte,
almeno la prima metà...e l'inverno non è molto freddo...il seme lo tengo
nella terra messo in un piatto in frigo? E dopo quando lo tolgo? quando
spunta la piantina? La terra dovrei tenerla bagnata? è meglio la
bambagia?
Domani intanto vado alla ricerca di un vivaio...ne ho uno dietro
casa...appena posso ci passo

Vito

 

>Bhè allora se trovo un bel melo in vaso da mettere anche in balcone, e
 >poi regalare mentre "frutteggia" alla cugina che mette in giardino lo
 >compro, e comunque, come diciamo in sicilia, pi' sì e pi' no (per si e

di solito in primavera ma spesso anche in autunno (l'autunno e' la
stagione migliore per i trapianti al sud) si trovano delle piante
da frutto in vaso anche presso i centri commerciali e per pochi euro
io ho comprato all'ipercoop un melo renetta del canada che dopo
un solo anno dalla messa a dimora ha gia' i frutti...

 >per no, per sicurezza)un semino lo pianto, sia perché non ho mai visto
 >un melo...in realtà giro poco..non ho visto molto...( :'( ) sia perché
 >magari sono fortunato e mi esce un bel alberello...sia perché voglio
 >vincere una scommessa con un amico...mi ha detto che non sarei mai
 >riusciuto a far crescere niente(fatto sta che il mio basilico cresce
 >bene, e l'anno scorso i faglioli mi hanno fatto un bacello prima di
 >essere distrutti a dicembre dal freddo...

quel poco freddo che c'e' a Palermo dovrebbe essere comunque sufficiente
credo che anche li' il periodo piu' freddo sia gennaio-febbraio
diciamo che le notti di quei due mesi dovrebbero essere sufficienti
a far germogliare i semi...
se vuoi metterli nel frigorifero puoi' usare un vasetto riempito di
sabbia umida e dopo un mese puoi seminarli fuori dal frigorifero (ma la
temperatura nel frigorifero dovrebbe essere tra 0 e 6 gradi)

 >Domani intanto vado alla ricerca di un vivaio...ne ho uno dietro
 >casa...appena posso ci passo

il periodo migliore per i trapianti al sud e' in autunno
(ottobre-novembre) anche se le piante in vaso possono essere trapiantate
in qualsiasi momento dell'anno, l'autunno resta comunque il periodo
migliore...
bye
Alessandro