L’8 febbraio 2006 pico chiede:

 

Sto valutando un nuovo impianto di vigneto in zona pedemontana veneta,
dove normalmente vengono usati pali in cemento.
Vorrei sentire opinioni e valutazioni sull' uso, in alternativa dei
pali, in ferro zincato, sia in relazione alla possibile durata, sia in
relazione alla resistenza al vento, anche se non ritengo la zona
particolarmente ventosa.
Grazie a tutti per il contributo.

Cocci

 

parlo da ignorante in materia quando dico che secondo me i pali in
ferro zincato avrebbero forse un costo maggiore(sai quanto zinco
servirebbe per lavorare le centinaia di pali di un vigneto?!).

> non ritengo la zona particolarmente ventosa

non devi considerare la media della ventosità bensì la probabilità
che anche solo una volta ogni 2 anni ci sia un forte temporale che ti
pieghi qualche tratto o gran parte dell'impianto.

Efrem

 

Il cemento è un buon palo , ma "succhia" tanta acqua quanto una vite , i
pali zincati sono attirafulmini .
Ultimamente sono di "moda" i pali di castagno al naturale o quelli di
resinosa impregnati con fungicida .
Non voglio fare pubblicità , ma guarda su:  www.alfaservizisrl.it

pps

 

>Il cemento [...] "succhia" tanta acqua quanto una vite

non ci avevo proprio pensato

Efrem

 

> Sto valutando un nuovo impianto di vigneto in zona pedemontana veneta,
> dove normalmente vengono usati pali in cemento...

Detta cosi' e' un po complesso esprimere opinioni.che forma
d'allevamento? vendemmia meccanica o manuale? e se meccanica, che forma
d'allevamento adottata ( gdc od altre a scuotimento verticale,
controspalliere adatte per una vendemmia a scuotimento orizzontale )
terreno ( se vi e' molta sabbia, ma non credo sia il tuo caso, il palo
in legno tende a consumarsi ) ecc. le variabili da considerar son
molteplici e non una sola in particolare.

Flegias

 

Grazie per le vs. seganlazioni: in particolare per quanto riguarda il
fatto che il cemento assorbe acqua e che il ferro attira fulmini: non
lo avevo considerato.
Per ora non è previsto l' uso della raccolta meccanica, anche se il
terreno pianeggiante potrebbe dare questa possibilità: è comunque una
opzione non in uso da noi, dicono anche per un problema di qualità
nella raccolta.
Per quanto riguarda il vento, c' è qualcuno che ha fatto degli
impianti di vigneto con pali in ferro zincato, con filari di viti lughi
circa 200 mt.? Come sono stati fatti? Tutti pali in ferro, oppure
utilizzando un sistema misto legno-ferro o cemento-ferro ?
Grazie ancora per la discussione.

Pico

 

> terreno pianeggiante potrebbe dare questa possibilità: è comunque una
> opzione non in uso da noi, dicono anche per un problema di qualità
> nella raccolta...

Se fatta correttamente e conferito il prodotto entro un lasso di tempo
ottimale, imho, e' una metodica da valutare,ma questo e'un'altro
discorso...tu chiedevi altro.tornando al tema, vi son impianti sia di
legno,ferro ( sia di sezione circolare che inscatolati ) e di cemento
anche di mt2,5 fuori terra,interrati dagli 80/100cm.

Flegias

 

salve, io ho impiantato diversi vigneti tutti in pali in ferro zincato. Ho
vigneti con campate anche di 400 mt e ho utilizzato testate in lehno 10/12 e
pali zincati ogni 6 mt. pfondità sottoterra  50cm fuoriterra 180cm. Al
centro, per le campate piu lungher ho utilizzato un palo rompitratta. Se hai
bisogno di altre info, o x 1 confronto (io sono in zona puglia, bari sud)
clikka pure. (elimina nospam)

colino

 

Grazie per la preziosa informazione: terrò presente quanto mi avete
detto e, se necessario, vi contatterò nuovamente.
Saluti. Pico